Per il nostro benessere

secondo natura

13052.jpg
IL TARASSACO

Per prepararsi ai climi più miti si parte in primavera con il Tarassaco (Taraxacum officinale Weber) che è molto diffuso nei nostri prati. Il Tarassaco, detto volgarmente Dente di Cane o Dente di Leone, aiuta il nostro corpo ad uscire dal torpore invernale. E’ una pianta dalle proprietà depurative, diuretiche e blandamente lassative. Molte sono le donne che, oggi come un tempo, lo raccolgono per consumarlo cotto o crudo in insalate. Ottima pratica che da gioia all’animo, al palato e risveglia il corpo. Il riconoscimento non è difficile anche se in base alla località e al clima la dentatura delle foglie varia all’infinito. Molto seghettata se è caldo, più ovato lanceolata nei luoghi ombrosi e umidi, fino a ridursi a due sottilissimi lembi in alta montagna. La reattività del Tarassaco è un esempio lampante della capacità di adattamento delle erbe alle differenti condizioni. Bevendo una tazza di infuso di quest’erba assimiliamo anche questo insito equilibrio.

69-equiseto.jpg
L'EQUISETO

L’arrivo del caldo non ci coglie totalmente impreparati ma le nostre gambe possono rivelarsi comunque non pronte alla bella stagione: magari per una questione estetica, non a prova di pantaloncini da trekking, magari per una cattiva circolazione che le rende pesanti. Nel primo caso la natura ci offre l’Equiseto (Equisetum arvenseL.), l’Erba Cavallina o Coda Cavallina, erba molto diffusa e nelle nostre zone spesso estirpata dall’orto come erbaccia. E’ un’erba molto pregiata, con origini antiche e qualcosa di magico. Possiamo immaginarla come un vecchio alchimista, trasforma, infatti, il silicio inorganico del terreno in silicio organico in modo da rendercelo assimilabile. L’Equiseto migliora la nostra compattezza cutanea, rinforza capelli-unghie-ossa e riduce l’eventuale ritenzione idrica. Oltre che migliorare l’estetica delle nostre gambe l’erba cavallina funge in pratica anche da remineralizzante, integrando i sali che con il caldo estivo e l’attività inevitabilmente perdiamo. D’estate d’altronde la sudorazione aumenta e un infuso di equiseto si può rivelare molto utile sia preso via interna sia utilizzato per maniluvi o pediluvi che vanno a riequilibrare la traspirazione. Le nostre nonne aggiungevano nella preparazione anche qualche foglia di Salvia per rendere il tutto ancora più efficace.

Ora con i nostri pantaloncini da trekking preferiti possiamo tranquillamente dilettarci con delle belle passeggiate in valle o in montagna. L’andare a piedi, il camminare è un toccasana per il corpo e per lo spirito, spesso questo già basta anche per migliorare la circolazione delle gambe.

Altri prodotti...

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.